Archivi tag: 2009

Natale’s

– Ciao Natale, come va?

– Solita storia, ogni anno.

– Scusami ma vado di fretta, devo ancora preparare la valigia. Mi fai il solito?

– Ok.

– Anzi, no. Per quest’anno dammene 3 etti in più. Tagliamele belle sottili ‘ste emozioni, che così sembrano di più

– Oh oh oh.

– Tieni, per te.

– Grazie bello, ci vediamo l’anno prossimo. Speriamo che la crisi non fotta anche te.

Come to Calabria (e scusate i puntini di sospensione)

Prova ad immaginare…

Sei a Londra, in una delle frequenti giornate grigio-azzurro-grigio-blu-nero-pioggia-sole-buh e ti piace. Ti piace un sacco. Mentre credi di essere immerso nello spirito british e cerchi un negozietto vintage per fare il figo in Italia… SBLEM!*…

cometocalabria

Ringhio Gattuso, “Come to Calabria.”

E da lì, chili e chili di patriottismo. La fierezza di essere italiani, la nazionale di calcio, il cibo, il sole… e il sorriso che ti si stampa in viso, da lobo a lobo.

Sicuramente, meglio di questa campagna pubblicitaria del 2007, dell’ultra-arci-meaga-noto Oliviero Toscani “Gli ultimi saranno i primi”, uomo che sa bene come utilizzare (abusare del) lo strumento della provocazione.

Sei a Londra, però; non ti soffermi a pensare al paragone fra le due campagne. Che te ne frega, tu sei pure pugliese! Tuttavia, prima o poi quel sorriso da ebete svanisce e tu sei ancora alla ricerca di un negozietto vintage.

Immagina…

Ti si avvicina un’inglesina, molto carina. Anche lei ha visto il taxi passare e ti ha visto sorridere; da lì ha dedotto che sei italiano (che poi, ci vuol poco a riconoscere un italiano nel mondo). E ti chiede “what’s Calabria?”.

Pensi…beh, è una regione, una parte dell’Italia, facile, questa la so. Vabbè, e poi? poi che le dico? Metti che mi chiede qualcosa della Calabria. Quali sono le particolarità, cosa si può visitare, il cibo caratteristico, come arrivarci…Già! Come arrivarci?.

E ti sovvien l’eterno e le morte stagioni e la presente**.

Nell’età della pietra del marketing (con un balzo da Londra agli States) una scoperta rivoluzionò il modo di pensare e di agire dei manager. Più o meno la scoperta dell’acqua calda; ma anche l’uomo della preistoria fece fatica ad inventare la ruota.

Checché se ne dica, non è sufficiente imbastire una buona campagna pubblicitaria su un prodotto qualsiasi per aumentare le vendite. E soprattutto, mentire in pubblicità è l’errore più grande che un’impresa possa compiere. Il pubblico NON è un insieme di pecore (c.d. gregge) da bombardare con messaggi pubblicitari (target-obiettivo-bersaglio=termine da usare con cautela).

Cosa offre la Calabria e cosa si può evincere da quell’immagine di Gattuso sul taxi a Londra?

Qualche giorno fa avevo letto

“Ehm, aim sorri, ai dont spic inglish”

—————————————————————————————————————————————–

* onomatopea fracavillese che si rifà al rumore di un portone del peso di qualche quintale sbattuto in pieno viso;

** chiedo infinitamente scusa a Giacomo Leopardi per l’uso indegno di alcuni suoi versi.