qualcosa in più

Dalle mie parti non si chiede mai chi sei? o come ti chiami?

C’è un solo termine/frase che intende molte cose: chi sei? come ti chiami? da dove vieni? hai le spalle coperte? che ci fai qua? ed è ACCIAPPARTIENI?

Probabilmente, questo refuso mi ha condotto a scoprire chi sono in realtà, ovvero, cosa mi contraddistingue e quindi, cosa mi definisce in quanto essere vivente all’interno di una società.

Sono il figlio di Domenico e Ninetta.

La storia di un uomo inizia quando si ha la possibilità di parlarne, quando viene identificato con un nome. La mia storia è iniziata 27 anni fa, quando mi hanno chiamato Claudio.

Da allora ho imparato molte cose e ne ho dimenticato sicuramente di più (ah, avessi ancora gli occhi di quand’ero bambino!); fra le tante, mi piace regalarvi questa frase, forse di Leonardo, forse di Bruce Lee, chissà…

“Non posso insegnarti; posso solo aiutarti ad esplorare te stesso. Nient’altro”

Mi sembra un buon inizio per imparare a capire chi sono, oltre quello che io so già…

Un ragazzo curioso e in cerca di esperienze; laureato in Scienze della Comunicazione; dedito a riflettere su quanto gli accade; appassionato di marketing non-convenzionale, advertising, social network; filosofo e studioso della sua vita; ricercatore di opinioni altrui.

Un aspirante uomo, nient’altro.