Uomo VS macchina

Guardando questo video, non ho potuto fare a meno di pensare a quanto sia curioso l’atteggiamento dell’uomo di fronte a ciò che egli stesso crea.

Come se il risultato non fosse frutto della sua testa, del suo lavoro, della sua immaginazione. La creazione viene dapprima attaccata o osannata, poi, semmai, si inizia ad usarla e a scoprirne l’utilità o inutilità.

Ma, aldilà della questione puramente sociologica dell’utilizzo delle proprie creazioni (siano essi macchinari, utensili, software, social network, eccetera), volevo semplicemente sottolineare la stupidità insita nel doversi contrapporre inutilmente all’utilizzo di strumenti messi a disposizione dall’evoluzione (o involuzione, non importa), che nessuna tuttavia obbliga ad impiegare. La ciritica distruttiva, quella pour parler, per spostare un po’ d’aria, figlia dell’età adolescenziale, quando contrapporsi a qualsiasi cosa  gli altri dicano, facciano, pensino è l’unico modo per sentirsi vivi, non credo possa portare ad alcuna miglioria.

Non mi sembra così assurdo pensare che sarebbe più proficuo utilizzare gli strumenti che si hanno, provarli, farsene un’idea (positiva o negativa, poco importa), anziché darci contro a priori. Il fatto è che, al mondo, eiste una figura davvero becera, a mio parere; e che si chiama opinionista. Quest’uomo, specie in determinate società, viene spesso insignito di un ruolo che in realtà non gli compete, ma al quale deve adempiere, vuoi per lavoro, vuoi per propria scelta personale. Naturalmente, quando gli argomenti sono molto lontano dal proprio interesse, o non si conoscono affatto, si tende a demonizzare. Che poi, diciamoci la verità, parlare male e buttare merda su tutto e tutti, fa molto figo. Piace anche a me.

Ma perché lasciare che siano altri a dirmi cosa è giusto o sbagliato? Perché la gente sposa le idee di un Travaglio, di un Grillo, di un noto giornalista di una nota testata, evitando di farsi una propria opinione?

Questa specie di dissertazione (che non riesco facilmente a proseguire per i troppi fili che si interlacciano e che termino qui) nasce in parte da questo articolo, in parte da 2 discussioni che si sono sviluppate su friendfeed [primaseconda]

La mia conclusione (ovviamente, non definitiva) è una forma di speranza, affinché l’uomo consideri la possibilità di con-vivere-con gli strumenti (le macchine, da cui il titolo) che egli stesso crea, prima di demonizzarli per generare quel senso stupido di paura che io, ahimé, non capisco.

———————————————————————————————-

Cito Roldano de Persio che nella discussione su FF ha dato, a mio parere, il contributo più interessante.

Internet è il mondo e per conseguenza lo è anche Facebook. Nel mondo hanno pari dignita discussioni sulla passata di pomodoro e sui concerti di Mozart o sulla fame nel mondo. Il sopra ed il sotto, l’alto ed il basso sono un falso culturale. Non esiste un’ oggettiva e dimostrabile superiorità di certi argomenti rispetto ad altri…Se ritengo intellettualmente validi e superiori i film di Herzog me li posso guardare in un cinema oppure aprire una Fan page su Facebook. Che senso ha lamentarmi del fatto che accanto al cinema d’esse c’è un fruttarolo e che su facebook ci sono gruppi dedicati al cazzeggio? Io mi guardo in tasca e trovo sempre la mia personale verità e non riesco mai a trovare quella universale…forse perché non esiste?

Con questo, ti lascio. Mi sta friggendo il cervello e dichiaro di aver avuto alcuni problemi nello scrivere questo post.

La condanna è unanime: troppo cibo e troppo alcool in queste vacanze!

Annunci

6 risposte a “Uomo VS macchina

  1. quanto livore nelle tue parole, o claudio! chi o cosa ti ha fatto inviperire?

    però non ci si può far nulla, quello dell’opignio lider è il mestiere più antico del mondo, assieme alla prostituzione e alla carriera avvocatucola.

    io non sopporto l’uso che si fa della tecnologia, soprattutto in un primo momento, ricordo l’idiozia da telefonini che c’era quando furono alla portata di tutti.
    (dalla regia mi suggeriscono che ce n’è ancora di idiozia telefonica)

    poi l’uso si stabilizza. certo non ce l’ho col mezzo in sé, sono noto per le mie posizioni mcluhaniane e chi mi conosce lo sa, come dicono i politici di indubbia moralità.

    però facebook non lo sopportavo proprio per l’uso-vetrina che se ne faceva per la maggior parte e per la mia incapacità a frenare i miei impulsi voiueuristici o come cazzo si scrive.

    bene, ho detto tutto, cioè nulla. potremmo cominciare a questo punto una discussione sul ‘commento’ come innovazione tecnologica, dato il mio commento, che commento.

    ciao, stei tiun’d

  2. caro marmo, se segui il link all’articolo, capisci subito il perché del mio tono.
    Conosci il mio punto di vista (come io conosco il tuo) in merito all’argomento Fb.
    Il mio intervento non vuole essere una critica a chi, come te, ha utilizzato quel social e poi è andato via.
    Non tutto può essere ritenuto utile da tutti. Mia nonna non ha mai avuto bisogno di prendere un aereo. Non per questo dovrebbe parlarne male (specie se avesse una massa di ascoltatori molto ampia, per fortuna non è così!).
    Per la storia dei cellulari…beh, è un’altra storia 😉
    Tuttavia, io non credo ci sia un utilizzo giusto o sbagliato del mezzo; credo, piuttosto, che ognuno ne fa ciò che gli pare, ma che dev’essere lasciata la possibilità di scegliere. Fb dà questa possibilità, la tv pubblica, per esempio, no. Anche in questo caso, vallo a spiegare a mia nonna che guarda solo il papa, papi, pippo e pupo!

  3. lo so che non l’avevi con me, ripeto, io sono mchluhaniano come gheddafi è filopalestinese.

    io ce l’ho con l’umanità.

  4. Concordo totalmente con le tue idee.
    Finger crossed 😉

  5. eh…ancora niente.
    Aspetto lunedì mattina; altrimenti, prima bestemmio, poi chiamo io.

  6. Pingback: PS: sono stato ammesso « Vitzbank Dot Com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...